Astinenza da eroina: sintomi, cura, rimedi e percorsi per disintossicarsi

L’astinenza da eroina è sia mentale, come capita con tutte o quasi le sostanze stupefacenti, sia di tipo fisico, con la seconda che è una delle più violente che, purtroppo, possiamo sperimentare.

Quali sono i sintomi dell’astinenza da eroina? Cosa fare e come superare la crisi? Quanto tempo dura? Qual è il miglior modo per disintossicarsi da questa sostanza?

Lo vedremo nella guida di oggi. Continua a leggere per saperne di più.

Astinenza da eroina

 

I sintomi dell’astinenza da eroina

I sintomi dell’astinenza da eroina di tipo fisico sono molto forti e rendono i primi 10 giorni circa dall’ultima assunzione molto difficili da superare. Tra i sintomi più comuni troviamo:

  • Sensazione di Nausea, che può sfociare anche in vomito frequente, anche se non si è mangiato nulla;
  • Sudori, anche freddi;
  • Tremori, anche se si è in posizione di riposo;
  • Spasmi muscolari, tipicamente alle gambe, ma possono toccare anche il torace, gli arti superiori e anche il collo;
  • Stato di agitazione, forte al punto tale da rendere praticamente impossibile ogni tipo di interazione umana;
  • Aumento del battito cardiaco;
  • Ipertensione;
  • Difficoltà Respiratorie;
  • Difficoltà di provare piacere;
  • Insonnia;
  • Pelle d’oca;
  • Senso di fatica;
  • Pupille dilatate.

Per quanto riguarda invece i sintomi più strettamente psicologici troviamo:

  • Depressione;
  • Forte desiderio di assumere di nuovo eroina;
  • Stati allucinatori.

La crisi di astinenza non è uguale per tutti: dipende per quanto tempo si è stati dipendenti dalla sostanza e la frequenza di assunzione.

È bene ricordare in questo frangente che si hanno crisi di astinenza qualunque sia la metodologia di assunzione: anche chi si “limita” a fumare l’eroina si troverà a dover fronteggiare una crisi di astinenza.

Cosa fare durante una crisi e come superarla

Chiunque decida di smettere di assumere eroina farebbe bene a seguire un percorso, di concerto con un medico specializzato, oppure presso un centro SERT. Le crisi di astinenza possono essere infatti molto acute, e potrebbe essere necessaria l’assistenza di personale appositamente preparato.

Non è una decisione da prendere a cuor leggero, anche se sono in molti pronti a giurare di aver smesso da un giorno all’altro di assumere eroina. Data la gravità dei sintomi, è necessario chiedere aiuto, contattare il proprio medico e il più vicino SERT e possibilmente seguire un percorso anche di aiuto farmacologico, fondamentale per ridurre al minimo l’impatto della crisi di astinenza.

A seguire percorsi specifici devono essere tutti gli utilizzatori di eroina. Anche l’eroina fumata causa dipendenza e dunque crisi di astinenza particolarmente forti.

Quanto dura l’astinenza da eroina

L’astinenza da eroina ha una durata che va dai 7 ai 12 giorni circa.

  • Per le prime 6-12 ore i sintomi sono relativamente gestibili;
  • Nei primi 3 giorni si ha la fase acuta, quella durante i quali i sintomi sono più forti e più difficili da sopportare;
  • Nell’ultima settimana i sintomi dell’astinenza da eroina si affievoliscono, fino a sparire completamente;

Come disintossicarsi dall’eroina

Chi decide di disintossicarsi dall’eroina dovrà per forza di cose intraprendere un percorso adeguato, passando magari per l’assunzione “a scalare” di quantità decise dal SERT e dai medici di metadone, e cercando anche un po’ di riposo in farmaci calmanti che possono aiutare a superare la crisi.

Il percorso ideale include anche un aiuto e un sostegno di tipo psicologico, questione sulla quale i SERT continuano ad essere, purtroppo, particolarmente carenti.

Può ovviamente essere anche utile scegliere di seguire un percorso presso una comunità di disintossicazione, con soggiorni di durata variabile.

Vale comunque la pena di ricordare che l’elemento fondamentale, per chi vuole smettere davvero di farsi, è la forza di volontà: contro una droga che crea dipendenza in modo così rapido e forte, a poco valgono gli aiuti di medici e comunità se non siamo noi in primis a volerlo.